Cambogia: La storia dell’alunno e del suo migliore amico







Vi presento una coppia meravigliosa e inseparabile che vive qui in Cambogia,  lui è un alunno che frequenta la scuola di poeuy, dove ho svolto volontariato insegnando inglese, (l’articolo su dove e come svolgere volontariato lo trovi qui ) quello sotto di lui e’ il suo fedele cane.

 

Tutte le mattine si incamminano insieme da casa per arrivare a scuola,  Arrivati il bambino saluta gli altri compagni ed il cane si diverte a gironzolargli sempre intorno, contento di vedere il suo padrone felice nel rivedere i compagni.  Arriva l’ora della lezione, entrano tutti in classe e come tutte le mattine il cucciolo lo segue, rimanendo seduto senza muoversi sotto il suo banco, osservando ogni singolo mio movimento, proprio per essere sicuro che tutto vada per il meglio per il suo piccolo padrone.

(i cuccioli del suo cane, che lo seguono ovunque all’ora di ricreazione)






Arriva poi l’ora della ricreazione, il bambino esce dalla classe e si riunisce con gli altri per giocare a pallone, vedi il cucciolo che si accuccia sotto una panchina ad osservarlo attentamente, poi ritornano in classe, con una carezza sulla testa il padrone gli trasmette che e’ sereno e va tutto bene e si posizionano di nuovo intorno al banco. Alla fine della lezione li vedi tutti e due incamminarsi nuovamente a casa.
Una coppia che ti strappa l’anima, un brivido forte tanto da farti capire di quanto l’essere umano fin da piccolo abbia bisogno di un cane proprio per crescere ed imparare dai suoi gesti cosa vuol dire amare e l’affetto per un essere vivente anche se non e’ un essere umano.
Riesci a comprendere quanto amore e protezione voglia trasmettere un cane,
riesci a comprendere che ad un cane basta un piccolo padrone da amare, seguire e proteggere per essere realmente il cane più felice di questo mondo,
e questo non è un film… questa è la realtà di tutti i giorni
Fate crescere i vostri figli anche con degli animali, impareranno sicuramente più cose della vita che crescere soltanto intorno agli esseri umani.

(Condividi l’articolo per poter portare questo messaggio ad ogni genitore)






Lascia un commento